25 giugno, a farini (presso piacenza), inaugurazione di “visibile traccia”, progetto di william xerra, con testi di 9 autori

un articolo qui:
http://www.piacenzasera.it/app/document-detail.jsp;?id_prodotto=80312

venerdì 9 giugno, incontro su “cercando la poesia perduta”, di luca vaglio

https://www.facebook.com/events/1942443635991414/

a Roma, venerdì 9 giugno, alle ore 18:30
presso la Libreria Assaggi
(via degli Etruschi 4)

dibattito sul libro di Luca Vaglio,
Cercando la poesia perduta
(Marco Saya, 2016)

Insieme all’autore interverrano Maria Grazia Calandrone, Marco Giovenale, Arturo Mazzarella e Guido Mazzoni.

Durante l’incontro si discuteranno i temi affrontati nel libro e più in generale quello della condizione attuale della poesia in Italia.

Luca Vaglio nel saggio-inchiesta Cercando la poesia perduta (Marco Saya Edizioni, 2016) propone un’analisi dedicata alla condizione, e alla possibile marginalizzazione recente, della poesia in Italia e con questo fine raccoglie punti di vista differenti sullo stato delle cose. Il libro ospita interventi di Mauro Bersani, Maria Grazia Calandrone, Biagio Cepollaro, Daniele Giglioli, Guido Mazzoni, Marco Ragazzi, Cesare Viviani e Paolo Zublena. Nell’intervista pubblicata nella seconda parte, il professore di letteratura italiana Paolo Giovannetti (Iulm) evidenzia nella poesia degli ultimi decenni un fenomeno simile a quello già capitato alle arti figurative, ovvero una tendenza alla concettualizzazione, a trarre, se così si può dire, legittimità e fondamento da supporti teorici esterni. Nell’intervista inoltre viene sviluppata un’ampia digressione storica che prende il via dalla rivoluzione del verso libero fino ad arrivare ai giorni nostri.

Luca Vaglio vive a Milano, dove lavora come giornalista. Ha pubblicato il saggio-inchiesta Cercando la poesia perduta (Marco Saya Edizioni, 2016) le raccolte di poesia Milano dalle finestre dei bar (Marco Saya Edizioni, 2013), La memoria della felicità (Zona, 2008) e il racconto In riva al Lario (Lite Editions, 2013).

[r] _ “aufgabe” (numeri 1-13 e monografico sull’italia, n. 7 del 2008)

aufgabe-7-_image

Nel 2008 esce un numero della rivista statunitense “Aufgabe” (Litmus Press) sulla poesia italiana. La cura di questo fascicolo è di Jennifer Scappettone.

Tutti i numeri della rivista (ciascuno monografico/antologico: sulla Francia, la Germania, il Giappone ecc. ecc.) sono ora – grazie soprattutto a E. Tracy Grinnell – disponibili e liberamente scaricabili in pdf dal sito di Jacket2https://jacket2.org/reissues/aufgabe

§

L’indice del n. 7 dedicato all’Italia può essere consultato qui:
https://slowforward.files.wordpress.com/2017/03/aufgabe_07_2008_index.pdf

L’intero fascicolo si può scaricare dal sito di Jacket2:
https://media.sas.upenn.edu/jacket2/pdf/reissues/aufgabe/J2_Reissues_Aufgabe_07_2008.pdf

(oppure qui su Slowforward)

Continue reading

nasce su “linus” la rubrica ‘visti dai faccioni’

Il numero di maggio 2017 di Linus inaugura una nuova rubrica: ‘visti dai faccioni’ .
In ogni numero, a partire appunto da questo, verranno pubblicati testi di poeti contemporanei, e i disegni / opere di Eva Macali

In questo numero i Frisbee di Giulia Niccolai.

L’ensemble Faccioni è composto da  Eva Macali, Marco Giovenale, Lidia Riviello e Silvia Tripodi

http://www.baldinicastoldi.it/libri/linus-maggio-2017/

 

oggi, 11 maggio, a roma, presso fahrenheit 451: strettoie testuali e sonore, con marco giovenale e luca venitucci

A Roma, OGGI, giovedì 11 maggio 2017, alle ore 18:00
presso la libreria Fahrenheit 451
piazza Campo de’ fiori 44

STRETTOIE

testuali e sonore

=

il libro di prose e poesie
​Strettoie, di Marco Giovenale

(Arcipelago Itaca, 2017)

in dialogo con ​gli ​interventi sonor​i di Luca Venitucci

su facebook:
https://www.facebook.com/events/224823034671978/

*

Marco ​​Giovenale vive a Roma dove lavora come editor e traduttore indipendente. Alcui suoi libri di poesia: Shelter (Donzelli, 2010), In rebus (Zona, 2012), Delvaux (Oèdipus, 2013), Maniera nera (Aragno, 2015). In inglese, recenti, le prose di Anachromisms (Ahsahta Press, 2014). Suoi testi sono antologizzati in Parola plurale (Sossella, 2005), Nono quaderno di poesia contemporanea (Marcos y Marcos, 2007), Poesia degli anni Zero (Ponte Sisto, 2011), Nuovi oggettivisti (Loffredo, 2013).

​Luca Venitucci, attivo dalla fine degli anni ’80, è componente e co-fondatore del gruppo Ossatura, ed ha fatto parte per diversi anni dell’ensemble Zeitkratzer. Ha inoltre partecipato a numerosi progetti e collaborazioni con musicisti e compositori (Alvin Curran, Mike Cooper e Otomo Yoshihide) scrittori (Silvia Tripodi, Lidia Riviello, Michele Zaffarano, Simona Menicocci), attori e registi (Federica Santoro), danzatori (Alessandra Cristiani). Nel 2012 ha pubblicato il suo primo album solista, ​​Interstizio (Brigadisco Records).

*

Libreria Fahrenheit 451, Campo de’ Fiori, 44 -00186 – Roma
https://www.facebook.com/libreria.fahrenheit.1/
https://www.facebook.com/LibreriaF451/
Tel. e fax 066875930

11 maggio, roma, fahrenheit 451: strettoie testuali e sonore, con marco giovenale e luca venitucci

A Roma, giovedì 11 maggio 2017, alle ore 18:00
presso la libreria Fahrenheit 451
piazza Campo de’ fiori 44

STRETTOIE

testuali e sonore

=

il libro di prose e poesie
​Strettoie, di Marco Giovenale

(Arcipelago Itaca, 2017)

in dialogo con ​gli ​interventi sonor​i di Luca Venitucci

su facebook:
https://www.facebook.com/events/224823034671978/

*

Marco ​​Giovenale vive a Roma dove lavora come editor e traduttore indipendente. Alcui suoi libri di poesia: Shelter (Donzelli, 2010), In rebus (Zona, 2012), Delvaux (Oèdipus, 2013), Maniera nera (Aragno, 2015). In inglese, recenti, le prose di Anachromisms (Ahsahta Press, 2014). Suoi testi sono antologizzati in Parola plurale (Sossella, 2005), Nono quaderno di poesia contemporanea (Marcos y Marcos, 2007), Poesia degli anni Zero (Ponte Sisto, 2011), Nuovi oggettivisti (Loffredo, 2013).

​Luca Venitucci, attivo dalla fine degli anni ’80, è componente e co-fondatore del gruppo Ossatura, ed ha fatto parte per diversi anni dell’ensemble Zeitkratzer. Ha inoltre partecipato a numerosi progetti e collaborazioni con musicisti e compositori (Alvin Curran, Mike Cooper e Otomo Yoshihide) scrittori (Silvia Tripodi, Lidia Riviello, Michele Zaffarano, Simona Menicocci), attori e registi (Federica Santoro), danzatori (Alessandra Cristiani). Nel 2012 ha pubblicato il suo primo album solista, ​​Interstizio (Brigadisco Records).

*

Libreria Fahrenheit 451, Campo de’ Fiori, 44 -00186 – Roma
https://www.facebook.com/libreria.fahrenheit.1/
https://www.facebook.com/LibreriaF451/
Tel. e fax 066875930

oggi, 2 maggio, roma, libreria tlon: ghigliottina presenta “il paziente crede di essere”

OGGI, martedì 2 maggio 2017, alle ore 18:30
presso la Libreria teatro Tlon
via Federico Nansen 14, Roma
(Testaccio)
 
 
Martina Zaralli e il sito Ghigliottina presentano
 
IL PAZIENTE CREDE DI ESSERE
(Edizioni Gorilla Sapiens)
 
di MARCO GIOVENALE
  
 
 
“Non possiamo avere pace finché non sappiamo qual è il pericolo che corriamo.  Dopo non possiamo darci pace” 
 
 
Il 2 maggio alle ore 18:30 la libreria teatro Tlon di Roma ospita la presentazione del libro Il paziente crede di essere, di Marco Giovenale, edito da Gorilla Sapiens (2016). Ghigliottina, testata online di Roma che da gennaio promuove in ciclo di appuntamenti culturali, incontra l’autore e la sua opera: racconti, forme intermedie, prose (in prosa), inconvenienti, dissipazioni dopo.
 
 
l’incontro su facebook: 
 
l’incontro sul sito della libreria Tlon:
 

ghigliottina.eventi@gmail.com

info@gorillaedizioni.com

Per info e prenotazioni: libreriateatro@tlon.it – 06 45 65 34 46

La prenotazione è vivamente consigliata.