sabato 22, galleria nazionale d’arte moderna (roma): nanni balestrini

sabato 22 aprile 2017, alle ore 18:00
Sala delle Colonne, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
viale delle Belle Arti, 131 – Roma
ingresso libero

Animatime – La poesia di Nanni Balestrini

Le avventure della signorina Richmond e Blackout è il secondo volume degli opera omnia poetici di Nanni Balestrini, in corso di raccolta presso DeriveApprodi, e include la produzione degli anni Settanta e Ottanta (anche se la serie delle “ballate” che hanno per protagonista l’allegorico uccello del titolo principale continuano a uscire lungo tutti gli anni Novanta), cioè quella che ha al centro la fuga e l’esilio in Francia (1979-1984) dopo il caso di persecuzione giudiziaria del “7 aprile”. Le “ballate” nascono proprio come cronaca di questi eventi, che comincia a uscire sulla prima «Alfabeta» sul finire del ’79, e della cronaca (prima di tutto nel senso medievale del termine) hanno appunto i caratteri. «Blackout» è invece un poemetto organico, pubblicato nel 1980, che ha caratteristiche di estrema compattezza e risoluzione strutturale; si tratta di un “iconotesto”, come oggi è invalso definire quei testi letterari nei quali le immagini vengono convocate non colla funzione vicaria dell’”illustrazione”, bensì con quella di una moltiplicazione e diversificazione del senso. I due organismi affiancati (con la bellissima serie degli “pseudosonetti” dall’esilio di «Ipocalisse» come epilogo) illustrano bene la compresenza, nell’opera di Balestrini, di intenzione polemica, in chiave politica, e inesausta sperimentazione linguistica e strutturale; e rappresentano uno straordinario campione della migliore letteratura prodotta in un periodo ingiustamente trascurato dalle storie letterarie e persino dalla memoria dei protagonisti diretti di quella stagione.

 

Relatori:

Nanni Balestrini, nato a Milano nel 1935, vive tra Roma e Parigi. Negli anni Sessanta è stato tra i principali animatori della stagione della «neoavanguardia». È autore di numerose raccolte di poesia e di romanzi di successo. Insieme a Umberto Eco ha animato la rivista «alfabeta2», serie della storica rivista culturale «alfabeta». La casa editrice DeriveApprodi sta procedendo all’edizione completa delle sue opere.

Andrea Cortellessa è nato a Roma nel 1968. Insegna Letteratura italiana contemporanea all’Università di Roma Tre. Il suo ultimo libro è Con gli occhi aperti. 20 autori per 20 luoghi (Exòrma 2016). Ha realizzato trasmissioni radiofoniche e televisive, spettacoli teatrali e musicali, il documentario Senza scrittori (RaiCinema 2010). Per L’orma editore dirige la collana Fuoriformato. È nella redazione di «Alfabeta2» e del «Verri», e collabora ad «Alias», al «Sole 24 ore», a «La Stampa», a «Doppiozero» e altre testate.

Cecilia Bello Minciacchi insegna Letteratura italiana contemporanea alla «Sapienza». Studiosa di avanguardie, ha dedicato alle futuriste l’antologia Spirale di dolcezza + serpe di fascino (2007) e Scrittrici della prima avanguardia (2012), e alle seconde avanguardie La distruzione da vicino. Forme e figure delle avanguardie del secondo Novecento (2012). Ha curato Vittorio Reta, Visas e altre poesie (2006) e Patrizia Vicinelli, Non sempre ricordano. Poesia Prosa Performance (2009). Di Emilio Villa ha curato Proverbi e Cantico. Traduzioni dalla Bibbia (2004) e L’opera poetica (2014). Ha introdotto Come si seducono le donne di Marinetti (Bur, 2015) e La signorina Richmond e Blackout di Balestrini (DeriveApprodi, 2016). Scrive per «alias-domenica».

l’almanacco 2017 di alfabeta2

a2017

PER ACQUISTARE L’ALMANACCO 2017 CON LO SCONTO DEL 15% VAI SU: http://www.deriveapprodi.org/2016/11/almanacco-2017/

L’invasione aliena
Roma, primavera 2016. Sui muri delle periferie appaiono centinaia di manifesti: Fermiamo l’invasione aliena. Dove gli alieni sono, quasi inutile dirlo, i migranti che approdano sulle sponde italiane. Da extracomunitari a extraterrestri, esseri provenienti da uno spazio ignoto e dunque, per definizione, ostile. Non è la prima volta: prima ci furono “li turchi”, poi si temettero i cosacchi che avrebbero abbeverato i loro cavalli in piazza San Pietro, e in precedenza e in mezzo infinite altre invasioni temute, subite, affrontate, accolte, raccontate e riraccontate. La storia italiana, quella europea, quella umana sono costellate di incontri e scontri fra noi e gli altri, gli alieni venuti da mori a portare altre vite, altre storie, fino a creare un intreccio di cui noi, tutti noi senza eccezioni possibili, siamo il prodotto. Osservare questo processo in modo distaccato sarebbe vano, ma si può, anzi si deve, accettare la sfida che ci viene imposta con la consapevolezza che proprio da questa collisione potrebbe dipendere la salvezza dell’organismo e della specie, di sicuro ne discenderà il futuro.

Contributi di Andrea Cortellessa, Franco Berardi Bifo, Alberto Burgio, Letizia Paolozzi, Maria Teresa Carbone, Lucia Tozzi, Furio Colombo, Fabrizio Tonello, G.B. Zorzoli, Andrea Grignolio, Antonella Moscati, Paolo Godani, Franca Cavagnoli, Valentina Parisi, Daniele Cianfriglia e Chiara Veltri. Testi di Gian Maria Annovi, Nanni Balestrini, Gherardo Bortolotti, Alessandra Carnaroli, Gabriele Frasca, Marco Giovenale, Andrea Inglese, Guido Mazzoni, Tommaso Ottonieri e Laura Pugno. Con immagini e un’intervista di Luigi Ontani.

L’almanacco. Cronaca di un anno
Una selezione di materiali da www.alfabeta2.it (settembre 2015 – agosto 2016). Fra gli autori Giancarlo Aliano, Daniele Balicco, Mario Barenghi, Cecilia Bello Minciacchi, Lelio Demichelis, Michele Emmer, Lorenzo Esposito, Francesco Fiorentino, Federico Francucci, Andrea Fumagalli, Mario Gamba, Angelo Guglielmi, Francesca Lazzarato, Paolo Morelli, Giulia Niccolai, Gabriele Pedullà, Gigi Roggero, Enrico Testa, Antonello Tolve, Valentina Valentini, Riccardo Venturi e Paolo Zublena.

Illustrazioni
WAW Women Artists ofthe World, a cura di Manuela Gandini e Francesca Pasini.

https://www.alfabeta2.it/2016/12/03/almanacco-2017-linvasione-aliena/

_

stasera al nuovo cinema palazzo, nel contesto del primo festival deriveapprodi

Nuovo Cinema Palazzo
Piazza dei Sanniti, 9a, 00185 Roma

26 novembre 2016, ore 21:30
Performance e reading
Primo tempo: Luigi Ananìa, Barbara Balzerani, Sandro Medici, Militant A, Pino Tripodi, Alessandra Perna
Secondo tempo: Andrea Cortellessa introduce L’invasione aliena, sezione di poesia pubblicata nell’Almanacco 2016 della rivista «alfabeta2». Seguiranno le letture dei poeti: Nanni Balestrini, Alessandra Carnaroli, Marco Giovenale, Guido Mazzoni, Tommaso Ottonieri

https://infodocks.wordpress.com/il-primo-festival-deriveapprodi/

_

domani 2 letture 2

domani dalle 16:00 letture mie da Il paziente crede di essere (Gorilla Sapiens, 2016) a Morlupo, in occasione di questo evento

e

dalle 21:30 letture mie da alcuni inediti per l’Almanacco 2016 di alfabeta2, in occasione del Primo Festival DeriveApprodi

 

oggi, domani e dopodomani a roma: il primo festival di deriveapprodi

primofest

qui il programma completo:
https://www.facebook.com/events/196647097445081/

e in pdf qui:
https://slowforward.files.wordpress.com/2016/11/deriveapprodi_primo_festival.pdf

e qui:
http://www.deriveapprodi.org/2016/10/il-primo-festival-di-deriveapprodi/

@ Piazza dei Sanniti, 9a, 00185 Roma

_

il 26 sera, al cinema palazzo (roma) _ gli alieni dell’almanacco alfabeta2

Nell’ambito del Primo Festival di DeriveApprodi 25/26/27 novembre, Nanni Balestrini, Maria Teresa Carbone, Andrea Cortellessa presentano presso il Nuovo Cinema Palazzo “L’invasione aliena”, il nuovo almanacco di Alfabeta2, coedito insieme a DeriveApprodi Editore.

https://www.facebook.com/events/1781231405457886/#

_