le scritture asemantiche di lina stern: secondo articolo per “grafie, glifi, glitch”


Sul sito della rivista Segno è uscito il secondo articolo in tema di scritture e materiali asemantici e glitch (la rubrica è questa).

Il testo è dedicato all’artista Lina Stern
http://www.rivistasegno.eu/scrittura-asemantica-di-lina-stern/
 

[r] _ semplicità delle sibille e della poesia concreta e visiva

   
stante il superamento di molte necessità tipografiche, e considerando la diffusione delle stampanti a basso costo, e le tecnologie legate alla riproduzione e diffusione delle immagini attraverso rete e dispositivi cellulari, un testo visivo può vivere grazie alla semplice addizione: matita + carta + ‘moltiplicatore’ elettronico.
il moltiplicatore può essere un cellulare, una webcam, uno scanner, una macchina fotografica digitale. la diffusione è data da una connessione web, o da una stampante. da una fotocopiatrice. eccetera.
e: di fatto la persistenza del testo – o della traccia – è perfino esterna alla sua registrazione e archiviazione. la sua indipendenza dai ‘mezzi’ è già scritta nell’ordine delle cose.

 

il semplice incontro con la traccia da parte di un osservatore è un altro segmento di vita della traccia, aggiunto.
  

post-asemic press launch party

The Post-Asemic Press launch party is at Minnesota Center for Book Arts, on Tuesday May 16th from 6 to 8pm. Stop by the gallery and say hi, and check out the exhibit Asemic Writing: Offline & In The Gallery before it closes on May 28th.  

4 brand new titles to check out: Zinc Zanc Zunc by Rosaire Appel, Codex Abyssus by Volodymyr Bilyk, Unknown Message by Spencer Selby, and Works & Interviews by Michael Jacobson. 

Here is the Facebook event page: https://www.facebook.com/events/386130258437583/