[r] _ iterati e iterati (e iterati) cicalini e sussidi, #5: sviste riviste

in riferimento a quanto scrivo, e per intendersi, viste le sviste (recenti e non recenti) che noto, torno a compitare:

questa è probabilmente definibile scrittura di ricerca o poesia di ricerca (in instabile equilibrio sul margine pre- e post-paradigma):
https://slowforward.wordpress.com/lyrikline/
http://www.nazioneindiana.com/2010/09/22/sette-testi-da-shelter/
https://slowforward.files.wordpress.com/2013/06/quattro-poesie-da-delvaux_-_n-i-2013_.pdf

questi sono esempi – diversi fra loro – di un tipo di prosa che descriverei in termini di oscillazione tra flarf e prosa in prosa (ma NON si tratta di cut-up e NON si tratta di googlism):
http://www.alfabeta2.it/2011/04/21/dall%e2%80%99infanzia-all%e2%80%99eroismo-4-steps/
https://mosstrill.wordpress.com/2015/07/30/marco-giovenale-translated-by-linh-dinh/ (da Quasi tutti, ed.Polimata 2010: mp3)
http://eexxiitt.blogspot.it/2011/06/e-ma-co-differx.html
https://slowforward.wordpress.com/2013/06/26/gran-gran-conclusioni-2/

questi che seguono sono, in tutta evidenza, esempi di found text (NON sought, NON cut-up, NON googlism):
http://www.alfabeta2.it/2011/04/07/cvd/
http://eexxiitt.blogspot.it/2011/06/annotazione-di-poetica.html
https://slowforward.wordpress.com/2013/07/08/guarda-e-stupendo-non-ce-nemmeno-un-cliche-nel-tuttolibri-del-6-luglio/

qui, esempi di prosa in prosa (nonostante gli a-capo dei primi due testi):
https://slowforward.wordpress.com/2013/03/03/4da/
http://eexxiitt.blogspot.it/2012/09/feel-so-differx-2012.html
http://gammm.org/index.php/2010/09/20/4-da-shelter/

qui siamo in area di googlism, con alcune pagine che oscillano tra found e sought (la serie enhance è evidentemente flarf):
http://coupremine.blogspot.it/2007/08/marco-giovenale.html
http://www.lulu.com/items/volume_64/6596000/6596742/1/print/CDK.PDF
http://zswound.blogspot.it/2007/02/marco-giovenale-assume-that.html
http://www.coconutpoetry.org/giovenale1.htm
fhttp://www.shampoopoetry.com/ShampooThirtyone/giovenale.html

questo è glitch:
http://eexxiitt.blogspot.it/2012/10/the-glitched-godard-series-04-differx.html (evidentemente: su video)
http://eexxiitt.blogspot.it/2012/09/per-non-lasciarvi-soli-in-questi-giorni.html (evidentemente: su testo)

queste sono scritture asemantiche, asemic writing (che NON sono leggibili in senso alfabetico-testuale-letterario, piuttosto si può dire che afferiscono all’area della grafica, volendo):
http://www.redfoxpress.com/dada-giovenale.html
http://sleepingfish.net/N/09.01.20.htm
http://thenewpostliterate.blogspot.it/2013/07/glyphicle-from-marco-giovenale.html

[r] _ iterati e iterati (e iterati) cicalini e sussidi, #4: qualche cenno a cosa (talvolta) si fa quando si fa ricerca

a2Gioco (e) radar, a cura di MG

INDICE DEGLI INTERVENTI

Un’introduzione a Gioco (e) radar, 11 gen. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/01/11/unintroduzione-gioco-radar/

Gioco (e) radar #01: Kenneth Goldsmith, 18 gen. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/01/18/gioco-radar-01-kenneth-goldsmith/

Gioco (e) radar #02: Prime critiche (?), 25 gen. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/01/25/gioco-e-radar-02-prime-critiche/

Gioco (e) radar #03: Glitch, alterazioni, disfunzioni [prima parte], 1 feb. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/02/01/gioco-e-radar-03-glitch-alterazioni-disfunzioni-prima-parte/

Gioco (e) radar #04: Glitch, alterazioni, disfunzioni [seconda parte: addenda politici], feb. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/02/08/gioco-e-radar-04-glitch-alterazioni-disfunzioni-seconda-parte-addenda-politici/

Gioco (e) radar #05: Asemic writing, 18 feb. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/02/15/gioco-e-radar-05-asemic-writing/

Gioco (e) radar #06: Elencazioni, non narrazioni, 22 feb. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/02/22/gioco-e-radar-06-elencazioni-non-narrazioni/

Gioco (e) radar #07: Lo spazio si verbalizza, 1 mar. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/03/01/gioco-e-radar-07-lo-spazio-si-verbalizza/

Gioco (e) radar #08: Loose writing, 8 mar. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/03/08/gioco-e-radar-08-loose-writing/

Gioco (e) radar #09: Scritture installative [prima parte], 15 mar. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/03/15/gioco-e-radar-09-scritture-installative-prima-parte/

Gioco (e) radar #10: Scritture installative [seconda parte], 22 mar. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/03/22/gioco-e-radar-10-scritture-installative-seconda-parte/

Gioco (e) radar #11: Interruzioni / arresti [Due note sui Saggi di letteratura arrestata (Essais de littérature arrêtée) di Denis Roche], 29 mar. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/03/29/gioco-e-radar-11-interruzioni-arresti-due-note-sui-saggi-di-letteratura-arrestata-essais-de-litterature-arretee-di-denis-roche/

Gioco (e) radar #12: La frase nuova, 5 apr. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/04/05/gioco-e-radar-12-la-frase-nuova/

Gioco (e) radar #13: Cambio di paradigma. Alcune annotazioni, 12 apr. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/04/12/gioco-e-radar-13-cambio-di-paradigma-alcune-annotazioni/

Gioco (e) radar #14: Indeterminazioni e prose di due autori (in)attuali [Prima parte: Hofmannsthal], 19 apr. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/04/19/gioco-e-radar-14-indeterminazioni-e-prose-di-due-autori-inattuali-prima-parte-hofmannsthal/

Gioco (e) radar #15: Indeterminazioni e prose di due autori (in)attuali [Seconda parte: Joyce], 26 apr. 2015:
http://www.alfabeta2.it/2015/04/26/gioco-e-radar-15-indeterminazioni-e-prose-di-due-autori-inattuali-seconda-parte-joyce/

_

_

[r] _ iterati e iterati (e iterati) cicalini e sussidi, #3: un buon taglio di (ro)manzo

Sempre (e sempre inutilmente) fu detto: mi occupo principalmente e direi molto energicamente di prosa breve. Moltissima. Invece leggo romanzi oculatamente, selezionando, e di testa mia: mi piacciono alcuni e non altri romanzi. In ogni caso non realizzo una storiografia del clima recentissimo (anzi sollecito altri a farla, da qualche manciata di anni). Tantomeno categorizzo in tema di romanzo.

Non avendo io proposto categorie critiche (nonostante in questi giorni recenti il termine “categoria” ricorra nei post qua e là come “puffo” e “puffare” nelle strisce di Peyo), lascio più che volentieri il compito ad altri.

In riferimento poi a “Dell’opera disfatta” (2005, e 2007 in http://gammm.org/index.php/2007/05/02/opera-disfatta/), non è inutile citare la parentesi che ‘spiega’ il titolo: “righe, ingenue e iniziali, contro serialità e romanzo-tipo”.

*

Intervengo sull’estraneità che terrebbe su trincee opposte & ostili romanzieri e poeti. Evviva: combattiamola, abbattiamola. Ottimo tuttavia sarebbe che, tra fior di romanzieri, una buona felicissima falce portasse prima via una percentuale assai alta di materiali (come del resto sarebbe bello accadesse in poesia). Non accade, ovviamente. (E tutti lo sanno, e sanno anche perché: altrettanto ovviamente). Non sarà che spesso i due versanti non si parlano perché i più esigenti dell’una e dell’altra schiera devono imbottirsi di Plasil per poter passare senza conati davanti allo scaffale non di pertinenza?

Ma vado oltre. Non da oggi vedo una costante, continua (sarò ipersensibile) tensione e tentazione a tirare ‘tutta’ la prosa e la prosa breve dentro la forma estesa (anche non romanzesca, anche romanzesca esplosa, digressiva, geniale o quel che si vuole: bella, insomma, non “romanzo-tipo”). Tutto deve o può finirci dentro: e se non vuole, dovrebbe volere. Discolo chi non cede. Chi non ci crede.

Bon. Ovvio che il romanzo – nelle mani giuste – HA capacità onnivora e plasticità. Ha denti buoni e fame secolare. Ma troverei perlomeno razionale giudicare legittima anche l’esistenza di forme di vita caparbiamente refrattarie a lasciarsi mangiare.

Proprio altre specie viventi. ALTRE. (Non ‘poi comunque romanzabili’. Proprio altre).

Possibile che debba essere tutt’ora tanto scandalosa la persistenza della prosa breve ‘come prosa breve’ e stop?

Certo aggiungo: sarei anzi sono ‘felice’ che la persistenza e resistenza della prosa breve metta di malumore molti. (Ma sarà così?).

Ben felice, sono, che la ricomprensione di frammenti in romanzo non stia proprio nemmeno nell’anticamera del cervello di dozzine o centinaia di autori, e che questo risulti – proprio a dir poco, assai poco – motivo di scandalo & materia di riflessione. (Via un tocco di originalità lessicale, veh).

[r] _ iterati e iterati (e iterati) cicalini e sussidi, #2: cambio di paradigma

È assurdo e impreciso dare la questione o ipotesi (fino a un certo punto e tempo collettiva, condivisa) del “cambio di paradigma” come posta da me in quanto etichetta per discernere stili letterari. Se da una parte è proprio al superamento del ‘focus’ sugli stili (e sui tropi, sulle retoriche, sui generi) che sembrerebbe rivolgersi tanta parte del mutamento ormai in atto da mezzo secolo nel mondo, dall’altra va detto che stringere il campo sulla sola scrittura è una limitazione fin dall’inizio (da me e certo da tutti, direi) intesa come tale.

Qui, http://www.nazioneindiana.com/2010/10/21/cambio-di-paradigma/, proprio in incipit, il “Quando” è limitazione ‘intenzionale’ di area: “Quando si parla di ‘cambio di paradigma’, in riferimento alla scrittura o ad alcune scritture di ricerca degli ultimi decenni e segnatamente a quelle degli ultimi quindici-venti anni, specie in Francia e Stati Uniti e perfino in Italia […]” etc.

Quella che è un’esplicita limitazione diventa l’esplicitazione di un illimite in altri miei pezzi che chiariscono infatti – anche un po’ enfaticamente e ingenuamente – che “cambio di paradigma” è da intendersi in senso ampio, non limitato, e insomma culturale (antropologico), non solo letterario: ma (attenzione) secondo un’idea di “intreccio di somiglianze e differenze” che sta alla base anche delle interpretazioni che Emilio Garroni o Gilles Deleuze hanno dato del pensiero rivoluzionario di Kant, in tema di PERCEZIONE. Non si fissa dunque lo sguardo *solo* sulla storia (come determinante le pecezioni), ma su un intreccio di percezione e storia. In ciò sta una differenza radicale con ogni semplificazione meramente analitica e storicista – specie in tema di postmoderno.

Cfr. testi come “1870” (ne “l’immaginazione”, marzo-aprile 2012, nella rubrica ‘gammmatica’) o “Scritture di ricerca: dopo il paradigma” (http://puntocritico.eu/?p=4397, 2012), oppure “Mimesi/Benjamin” (http://puntocritico.eu/?p=4446), ma soprattutto “Riambientarsi (ma anche difendersi)” (http://puntocritico.eu/?p=4660).

[r] _ iterati e iterati (e iterati) cicalini e sussidi, #1: installazione vs performance

a contrapposizione tra installazione e performance, accennata nel 2006 proprio alla nascita di gammm dall’intervento a due mani di Gherardo Bortolotti e mio (“Tre paragrafi su scritture recenti”: http://gammm.org/index.php/2006/07/16/tre-paragrafi-gbortolotti-mgiovenale/), aveva forse in mente anche ‘luoghi’ (non ancora resi comuni, al tempo) proprio vertiginosamente installativi. Proprio installativi. NON performativi: materiali NON PERFORMABILI. (Se non con demenziale fatica).

Non mi diffondo in esempi (che tra l’altro gammm ha seguìto meno di quanto si ripromettesse, ahi) ma offro due link ad articoli fittissimi di esempi, che chiariranno forse meno vagamente i termini e il senso dell’opposizione:

“Scritture installative [prima parte]”
(http://www.alfabeta2.it/2015/03/15/gioco-e-radar-09-scritture-installative-prima-parte/)
e
“Scritture installative [seconda parte]”
(http://www.alfabeta2.it/2015/03/22/gioco-e-radar-10-scritture-installative-seconda-parte/)

Volendo, aggiungo qualche esempio di testo installativo duro e puro:

http://coldfrontmag.com/jatte-by-charles-bernstein/
(Charles Bernstein, 2008-2009 / 2014)

http://vuggbooks.randomflux.info/ganick/z-existence8.pdf
(Peter Ganick, non ricordo l’anno)

http://issuu.com/garybarwin/docs/nasa_jpg_earth_view_from_the_top
(Gary Barwin, 2014)

(Ma, per dire, consideriamo Holger Friese: https://slowforward.wordpress.com/2013/03/04/ot-pdf-2000-by-holger-friese/)

Ciò detto, rammento anche la mia idea e pratica di “installance”, che lega (magari con un tot di deprimente naïveté) i due vocaboli. Un About in inglese che ho ripostato in Slow spiega cos’è un’installance (il pezzo è un relitto dal blog installance.blogspot.com, 2010-2015, ora offline per tristi motivi di cookie): https://goo.gl/jLCEfH; e cfr. anche “Note sul concetto di installance”,https://goo.gl/XOEfUT

E ancora e ancora: sulla performatività e sullo “spettacolo” ho riflettuto in riferimento a quanto vado facendo da diversi anni. Soprattutto in merito alle (direi quasi tarkosiane) prose di “Oggettistica”, mettendomi spero profittevolmente ma pure parzialmente in crisi in questo post, “Draft e notille su alcune scritture di ricerca”, ospitato da Portbou: https://blogportbou.wordpress.com/2013/05/15/draft-e-notille-su-alcune-scritture-di-ricerca/ (se ne legga in particolare il primo paragrafo: “In termini di lettura in pubblico”).

temi, tag e categorie (per non sbagliare, o per sbagliare con criterio)

alcuni temi / tag / categorie

scrittura di ricerca (tag)scrittura di ricerca (cat.) / experimental poetry / experimental writing / scrittura sperimentale / scritture di ricerca

un network delle sperimentazioni

su slowforward.me: materiali e post di Roberto Cavallera, materiali e post di Luca Zanini

dopo il paradigma / cambio di paradigma / postpoesia / nuove scritture / cantiere / kritik (tag)kritik (cat.) / critica / riassunti, cicalini & sussidi

testi di mg on line (cat.) / testi di mg on line (tag) / testomarco giovenale / bio / libri / art / interviste / audio & radio

recensione / recensioni

installance (tag) / installance (cat.) / http://installance.blogspot.it/ (blog invisibile: contenuti leggibili qui)

install (tag) / install (cat.) / installazione / install & perform / installation / installazioni / installazioni testuali / scrittura installativa / stele / stele di testo / testo installativoperformance

asemic (tag) / asemic (cat.) / asemic writing / scrittura asemantica / http://asemicnet.blogspot.com

asemic sibyls / sibille asemantiche / ossidiane

vispo & gif / poesia visiva / vispo / visual poetry / verbovisual works

flarf (tag) / flarf (cat.) / googlism / sought poetry / sought text

glitch (il post principale per i link) / glitch (tag) / glitch (cat.)

“il verri”: fascicolo dedicato alla poesia cercata / sought poetry

conteptual writing / conzept

fluxus (tag) / fluxus (cat.)

abstract

nuovi oggettivismi

gioco (e) radar / gioco (e) radar: indice della serie completa (1-15)

messaggi ai poeti / vediamo se riesco a spiegarmi

non assertività

prosa (tag) / prosa (cat.) / prosa in prosa

racconti

video (tag) / video (cat.)

Pennsound

traduzione / traduzioni / translation

slowforward

hosts

Guy DebordCarmelo Bene / benedebord / Corrado Costa / Emilio Villa / Giuliano Mesa / Greg Evason / Jean-Marie Gleize / Carlo Bordini / Jennifer Scappettone / Jim Leftwich / Charles Bernstein / John Ashbery / Nanni Balestrini / Peter Ganick / Rachel Blau DuPlessis / Christophe Tarkos / Amelia Rosselli / Roberto Roversi / Ron Silliman / Rosaire Appel / Magdalo Mussio / Christophe Hanna

differx / differx.it / https://slowforward.wordpress.com/2011/11/01/differx/ & https://slowforward.wordpress.com/2014/07/06/some-works-by-mg-aka-differx-blogspot-etc-2003-2014/

gammm / http://gammm.org / gammmistas

lettere grossehttps://slowforward.wordpress.com/tag/lettere-grosse/

binahttps://slowforward.wordpress.com/2011/11/01/bina/

EX.IThttp://eexxiitt.blogspot.it/p/exit.html / eexxiitthttp://eexxiitt.blogspot.it/

Benway / Benway Series / http://benwayseries.wordpress.com / https://www.facebook.com/BenwaySeries

Punto critico / http://puntocritico.eu/ (n.b.: il nuovo spazio on line è https://puntocritico2.wordpress.com/, e ogni rinvio e link precedente è dunque inattivo, ma i materiali sono stati tutti salvati nel blog e sono accessibili tramite la funzione di ricerca)

EscArgot

l’immaginazione / il verri / Semicerchio / textimagepoemmag / rivista / riviste / fuoriformato

La camera verde (tag) / Camera verdeLa camera verde (cat.) / https://slowforward.wordpress.com/2011/11/01/la-camera-verde/

link

_